Stress e fiori di Bach

 

Parola inglese che significa: sforzo, strizzare, angoscia.
Lo stress può essere identificabile anche come “pressione” e può trovare spazio sia a livello fisico, sia a livello psicologico o emotivo.
Alle situazioni di stress (familiari, lavorativi o personali) si re-agisce solitamente con l’adattamento alla condizione stressante stessa. Tale dinamica di adattamento non è sempre accettata o integrata pienamente, e nella maggior parte dei casi, a lungo andare, è causa di malesseri psico-fisici e sociali.

Sono considerati stressor (causa di stress) tutte quelle situazioni che creano tensione e affaticamento, rispetto ad uno stato di quiete:
-lunghe ore di lavoro
-precarietà di lavoro
-mancanza di autonomia e indipendenza
-futuro precario
-molestie
-discriminazione
-ritmi veloci, traffico cittadino
-sovraccarico di responsabilità
-fatica fisica
-pressioni psicologiche
-cambiamenti come: trasloco, lutto, separazioni, licenziamenti…
-scadenze da rispettare
-incompatibilità di carattere e conflitti tra familiari o colleghi
-insoddisfazioni personali e dei propri bisogni

Alcuni sintomi con i quali i vari stress si manifestano a livello psico-fisico-emotivo e sociale sono:
a livello fisico:
-fatica
-stanchezza
-tensione muscolare
-mal di testa
-insonnia
-disturbi gastrointestinali
-ipertensione
-dermatosi
-disturbi psicosomatici in genere

A livello psico-emotivo:
-ansia
-panico
-tristezza (o depressione)
-scoraggiamento
-indecisioni
-irritabilità
-pessimismo
-non sentirsi all’altezza delle responsabilità assunte
-difficoltà di concentrazione
-difficoltà di affermazione
-bisogno di riposo
-apatia
-scarsa stima di sé
-diminuzione della creatività
-diminuzione della produttività
-sovrappeso o sottopeso
-frustrazioni in genere
-dipendenze

A livello sociale:
-diminuzione di iniziativa e partecipazione
-sbalzi d’umore
-impazienza
-ipercriticità
-disinteresse per il presente e il futuro
-isolamento
-aggressività
-paure generalizzate
-ecc

Dal punto di vista floriterapico lo stress può essere visto come “il conflitto tra la volontà dell’Anima (che tutto sa ma che viene) contrastata dalla volontà imposta dall’ego”.
Questo produce ciò che noi identifichiamo come “stati d’animo negativi” e che a loro volta possono trasformarsi in “disturbi psicosomatici” (argomento questo approfondito nel libro Aleternativamente “funzioniamo” così della Eremon Edizioni).
Gli stati d’animo “negativi” altro non sono che frequenze vibrazionali in disequilibrio che possono ri-trovare il loro equilibrio con precisi fiori di Bach adeguatamente consigliati.
Donatella Pecora

NOTA BENE: Questo testo è  privato. Leggete e condividete liberamente questa dispensa, avendo cura di non alterarla in nessuna sua parte, incluse le diciture iniziali e finali. E’ consentito inoltre trasmetterla solo
gratuitamente a scopo informativo e non a scopo di lucro.
Donatella Pecora.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: