Morbo di Parkinson

Malattia del sistema nervoso caratterizzata da tremori, rigidità muscolare, lentezza o perdita di iniziativa motoria e della mimica facciale. Il linguaggio psicosomatico afferma che il soggetto vorrebbe tenere tutto sotto controllo. All’inizio il morbo insorge con segni depressivi e uno dei principali sintomi è l’oblio: i soggetti si lamentano di non ricordare, perdono interessi e spontaneità e si chiudono in se stessi. Generalmente praticano lavori che richiedono un certo livello di perfezionismo.
Tendenzialmente hanno avuto uno dei due genitori dominante e sono, sul suo modello, diventati fanatici dell’ordine. Vivono l’aggressività in modo passivo, soprattutto invecchiando. Molto prima dell’insorgere del morbo queste persone hanno nascosto agli altri le proprie forti emozioni. Da piccoli sono stati dominati e hanno cercato nella vita di dominare o per lo meno controllare gli altri. Tutti devono occuparsi di loro dato che la mancanza di autosufficienza, li costringe ai bisogni.
La propria fallibilità viene riconosciuta solo quando insorge la malattia; inizia allora
il periodo di autodistruttività.

Lo stato d’animo a cui si fa riferimento per il morbo di Parkinson è rappresentato dall’essenza C. P., in associazione all’eccesso e la perdita del controllo. La personalità del soggetto, prima della manifestazione patologica, è strutturata rigidamente e tende all’iper-controllo di se stesso e dell’ambiente; questo atteggiamento mentale prolungato nel tempo si somatizza con la rigidità muscolare e la perdita del controllo volontario dei muscoli. È come se l’energia accumulata per anni equivalente all’iper-controllo si riversasse dal cervello agli impulsi involontari che esso manda
alle fasce muscolari. Un’altra essenza importante è V., in quanto rappresenta il bisogno di dominio sugli altri, l’eccessiva rigidità di pensiero che a lungo andare si manifesta attraverso il corpo con la rigidità muscolare tipica del morbo.

NOTA BENE: Questo testo è tratto dal libro Aleternativamente “funzioniamo” così, Eremon Edizioni, è privato e protetto da ©Copyright. Leggete e condividete liberamente questo stralcio, avendo cura di non alterarla in nessuna sua parte, incluse le diciture iniziali e finali. E’ consentito inoltre trasmetterla solo gratuitamente a scopo informativo e non a scopo di lucro.

Donatella Pecora

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: