Ischiologia – sciatica

La sciatica è una sindrome molto dolorosa che si irradia dal fondo schiena fino al piede con spasmi psicogeni.
Il linguaggio psicosomatico indica un peso improvviso alla schiena, un dolore imprevisto e una voglia di vendetta. Generalmente, colpisce persone testarde, ottusamente rivolte verso un unico obiettivo, rigide. Anche il “colpo della strega” si annovera tra queste patologie. Richiama una dinamica conflittuale uomo-donna, nella quale generalmente il soggetto si sente tradito dal sesso opposto al suo. La sensazione è quella che un grosso peso spinga a terra il paziente, il quale si sente “spezzato” dalla vita, ma non vuole accettare il suo senso di impotenza. Si tratta, spesso, di persone attive, senza sosta, che vengono costrette dalla malattia al riposo. Il dolore alla schiena li costringe a letto e devono rinunciare alla loro iperattività.

Sono sensibili all’approvazione e al riconoscimento altrui; cercano di guadagnarsi la simpatia e la benevolenza degli altri. Perdono il controllo e si imbufaliscono se non ottengono tale attenzione e odiano il sentirsi sottomessi. Lottano con tutta la forza contro le loro eventuali dipendenze. Inconsapevoli delle loro dinamiche, in alcuni ambiti si comportano, paradossalmente, proprio come dei dipendenti.

Fuggono di fronte ai loro problemi verso l’autorità. Nelle donne si privilegia l’identificazione con modelli maschili. La paura e il dolore emotivo si traducono in tensioni muscolari e crampi dolorosi. Fin dall’infanzia, questi soggetti hanno mostrato voglia di evitare alcune situazioni come, per esempio, quelle in cui avrebbero dovuto cedere. Da sempre mostrano uno spropositato senso dell’orgoglio e non vogliono “piegarsi” davanti alle contrarietà o agli imprevisti. Non amano servire, né pagare per favori altrui. Il loro comportamento dipende da bisogni narcisistici e orali insoddisfatti nell’infanzia. Tendono a risolvere il malessere attraverso l’iperattività motoria e il rilassamento muscolare. Più invecchiano e maggiore diventa il loro comportamento anale-aggressivo. Sono generalmente dei “bastian contrari” e si oppongono a qualsiasi stimolo; sono in perenne contrapposizione a qualcosa o a qualcuno. Spesso per sfuggire alla depressione, si rifugiano in dinamiche di onnipotenza.
Lo stato d’animo a cui si fa riferimento per la sciatalgia è rappresentato dall’essenza RW, per il riequilibrio della rigidità eccessiva che si ha verso se stessi.

Il soggetto RW vuole porsi come esempio da seguire e si pone grandi obiettivi da raggiungere e poi mantenere, oltre a non essere transigente con sé. Con tale modalità si carica di responsabilità e compiti fino a quando insorge un sentimento di inadeguatezza temendo di non riuscire a mantenere gli impegni presi; a questo punto può entrare in gioco lo stato d’animo rappresentato dall’essenza E: il soggetto teme una caduta dell’immagine che si è costruito sia ai propri occhi sia a quelli altrui. Non volendo quindi accettare la sua parte fragile e non volendo neanche delegare agli altri alcuni impegni, rischia di straripare emotivamente e fisicamente. L’essenza V rappresenta lo stato d’animo dell’iperattività, di rigidità dinamica e di pensiero e, per il principio transpersonale contrasta l’infiammazione dolorosa del tendine. Fondamentalmente chi è costituzionalmente V, con il suo eccessivo dinamismo fugge dal vuoto che inconsciamente percepisce come un senso di  morte interiore; infatti trova, nell’azione, quell’impeto che gli permette di sentirsi vivo e di dare un senso forte alla propria esistenza confermando e consolidando, ai propri occhi e a quelli altrui, una grande immagine di sé, di forza e di altruismo. In ultimo l’essenza A aiuta a prender coscienza delle realtà che si fatica ad accettare, delle dipendenze inconsce che non si riconoscono razionalmente e della suggestionabilità che si ha verso le idee altrui.

NOTA BENE: Questo testo è tratto dal libro Aleternativamente “funzioniamo” così, Eremon Edizioni, è privato e protetto da ©Copyright. Leggete e condividete liberamente questa dispensa, avendo cura di non alterarla in nessuna sua parte, incluse le diciture iniziali e finali. E’ consentito inoltre trasmetterla solo gratuitamente a scopo informativo e non a scopo di lucro.

Donatella Pecora

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: