Disturbi dell’Udito

Disturbi psicogeni dell’udito possono condurre alla sordità. Il linguaggio psicosomatico indica che non è più possibile per il soggetto ascoltare oltre, poichè altrimenti perderebbe il proprio equilibrio. Il soggetto che si vive come sordo o ipo-udente, così può evitare di sentire ciò che non vuole sentire. Generalmente, intende evitare dinamiche famigliari, di coppia o lavorative. Si tratta di una fuga da
problematiche o conflitti; è una forma di aggressività passiva. L’orecchio è anche sede di equilibrio interiore. Tali soggetti provengono, generalmente, da famiglie in cui sono stati cresciuti attraverso ordini impartiti continuamente, minacce, stile educativo militaresco. Hanno imparato a ritirarsi nel silenzio e a fuggire in un mondo di fantasie e sogni (Clematis).

Lo stato d’animo a cui si fa riferimento è rappresentato dall’essenza C., in relazione alla difficoltà di accettare una realtà famigliare, sociale o lavorativa che è molto dura rispetto alle proprie aspettative e idealizzazioni. S. e C. P. possono essere molto utili in quanto la prima aiuta a riconquistare il proprio equilibrio interiore reso precario da ciò che è la realtà rispetto a ciò che si vorrebbe, la seconda aiuta a non perdere il controllo sia delle proprie emozioni che dell’udito.

NOTA BENE: Questo testo è tratto dal libro Aleternativamente “funzioniamo” così, Eremon Edizioni, è privato e protetto da ©Copyright. Leggete e condividete liberamente questo stralcio, avendo cura di non alterarla in nessuna sua parte, incluse le diciture iniziali e finali. E’ consentito inoltre trasmetterla solo gratuitamente a scopo informativo e non a scopo di lucro.

Donatella Pecora

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: